Rispondere alle mail in pochi secondi? Scopri come

Gestione del tempo. Scrivere e-mail.

La gestione del tempo e delle priorità è un’abilità molto importante per vivere meglio ed essere più felici;

questo è il motivo per cui ho inserito sul blog l’area WORK SMARTER NOT HARDER, per chi vuole consigli e ispirazioni per ottimizzare l’uso del tempo e  dare la priorità ad attività che valga la pena svolgere.

Il post di oggi è dedicato a chi vuole scrivere e-mail velocemente e senza sforzo, dedicandosi ad altre attività e priorità.

Come fare?

Si può utilizzare EasyEmail, un’app gratuita creata da una startup dell’MIT. Ne parlo in questo articolo su Linkedin.

Ho provato l’applicazione su due account Gmail e ho creato una guida – che puoi scaricare gratuitamente qui  Guida EasyEMail – per installare l’applicazione e iniziare a usarla.

Quanto è comoda e utile l’app?

All’inizio ho fatto fatica ad abituarmi, mi vedevo comparire suggerimenti mentre scrivevo ma, abituata a scrivere tutto io, non li consideravo neppure; dopo un periodo mi sono abituata e lo ho trovato utile e veloce per le frasi che uso spesso, quelle di saluto o frasi standard.

Ho utilizzato – e chiesto di utilizzare a collaboratori –  l’app per gestire comunicazioni piuttosto standardizzate in inglese: in questo caso l’impressione è che i tempi si riducano notevolmente e che avere un suggeritore che ti propone intere frasi in inglese,  che dovresti riscrivere passo passo, sia piuttosto utile.

E’ inoltre possibile inserire frasi che utilizzi spesso (andando ad aggiungerle nelle impostazioni – Settings o aggiungendole direttamente in fondo alla lista, come vedi nella guida: Guida EasyEMail)

 

Una delle mie preoccupazioni iniziali è stata quella della privacy, ovviamente.

Su questo gli sviluppatori hanno dato tante risposte sul loro sito, specificando che i dati non sono condivisi con nessuno, sono criptati e gestiti su server sicuri.

I testi delle frasi analizzati sono conservati senza allegati e nomi, indirizzi email e numeri sono dissociati e oscurati.

Se si disinstalla l’app tutti i dati sono rimossi dal server.

E’ naturale che in tempi come questi, dopo la vicenda di Facebook e Mark Zuckerberg, si fa fatica a credere a semplici affermazioni su un sito.

Quel che è vero è che l’app – almeno per ora – funziona solo su account Gmail… e per sua natura Gmail è già un account per il quale ti stai fidando a lasciare “nella nuvola” i dati delle tue conversazioni. Su questo non sto a fare ulteriori discorsi o disquisizioni, è una tua scelta.